Tag Archives: cicogna

Plastica (quasi) killer

FacebookTwitterGoogle+Condividi

Questa volta è toccato alle Cicogne. 

Dovrebbe essere noto a tutti: la plastica abbandonata finisce per essere un killer silenzioso! Rimane li, per un tempo indefinito, magari smembrandosi in frammenti minuscoli ma non per questo meno deleteri. Invade gli ambienti, dalle campagne fino al mare, entrando nella catena alimentare degli animali selvatici o ostacolando i processi ecologici negli habitat.

Questa volta a farne le spese è stata una giovane Cicogna nel

cicogne-j-e-plastica

Manfredoniano.   Nelle ultime settimane i giovani nati si sono involati dai nidi ma purtroppo uno di questi presentava una zampa completamente avvolta da filamenti di plastica, come quelli usati in agricoltura!  Infatti la plastica è talmente diffusa nelle campagne che ormai è raccolta anche dagli uccelli selvatici per realizzare i nidi determinando problemi non trascurabili per le nidiate.

Dopo aver valutato una possibile cattura della giovane Cicogna nel nido, d’intesa con Vigili del Fuoco e  Carabinieri Forestali, gli attivisti della LIPU hanno però preferito evitare tale, complesso intervento: vi era uno scarso margine di successo a fronte di un rischio di incolumità troppo elevato per l’animale e gli altri cicognini, tutti ormai prossimi all’involo, a causa delle reazioni di fuga e dei  movimenti scomposti.  cicogne-j-e-plastica-2

Il nido è stato comunque seguito costantemente dagli attivisti della LIPU per valutare un intervento in caso di impedimento all’involo. Involo che dopo qualche giorno è regolarmente avvenuto per tutti i giovani. Si è potuto cosi constatare che la cicogna volava e si muoveva regolarmente al suolo ma trascinandosi dietro il corredo di plastica che avvolgeva la zampa. E’ intuibile come ciò possa anche comportare il rischio di rimanere incastrata in ambienti più aspri.

La morale di questa triste vicenda – afferma Enzo Cripezzi della LIPU – è evidente quanto banale: la plastica è un materiale importante ma ne facciamo un uso assolutamente sconsiderato. Abbandonarla in natura è un doppio delitto: non reimmettiamo questi materiali nel prezioso circuito del riciclo e, letteralmente, soffochiamo la Natura”.

Foggia 3.8.18                                    LIPU onlus – Sezione prov.le Foggia

Anche nel 2015 il “Cicogna Day” in Capitanata

Domenica con la LIPU per fare amicizia con la Cicogna bianca. 

Ph A. Lepore

Cicogna bianca- Ph A. Lepore

È la specie simbolo della fedeltà coniugale ma anche tra le più ricordate nella storia (apprezzata fin dagli antichi Egizi). In Capitanata è simbolo del comune di Cerignola, dove nidificò la prima coppia pugliese.

Nell’ambito dei “Cicogna Days” in tutta Italia, anche in Capitanata la Lipu invita alla visita dei siti di nidificazione della specie presso il comprensorio di Monte Aquilone (Manfredonia).

Erano 100 coppie nidificanti fino a soli 2 anni fa e da allora sono prima raddoppiate poi quasi triplicate: 277 coppie nidificanti in Italia nel 2014, per 537 giovani che, amorevolmente allevati dai genitori, hanno preso il volo.

La Cicogna bianca trascorre l’inverno nell’Africa tropicale, migra in primavera lungo gli stretti del Bosforo e di Gibilterra, nonché con numeri inferiori ma pur sempre significativi lungo lo stretto di Messina e nidifica in Europa, soprattutto nelle regioni dell’Est (Polonia, Lituania, Ucraina).  In Italia, dove negli anni Ottanta è tornata come nidificante dopo una lunga assenza, la specie ha raggiunto, appunto, le 277 coppie.

L’osservazione della cicogna sarà l’occasione per avvicinarsi al mondo della natura accompagnati dagli attivisti della LIPU che, tramite questa specie simbolo, cercheranno anche di far comprendere come sia importante mantenere un ambiente in salute e un territorio non degradato in cui anche l’uomo può trarre beneficio.

Appuntamento quindi per la mattinata di questa Domenica 14 giugno alle ore 09.00, con raduno dei partecipanti sulla SS89 (Fg – Manfredonia) presso distributore Camer (i partecipanti di Foggia si raduneranno già nel capoluogo), per poi recarsi sui vicini luoghi delle osservazioni.

La partecipazione è gratuita ma occorre comunicarla per motivi organizzativi (lipu.fg@tin.it ).  Per info o chiarimenti si può visionare anche il sito www.lipucapitanata.it.

Foggia, 11.6.2014                                          LIPU – Sezione prov.le Foggia

Torna in Capitanata il “Cicogna Day”

In Capitanata i partecipanti hanno potuto osservare le nidificazioni e conoscere la vita selvatica delle Cicogne. Un particolare ringraziamento va all’amico della Natura e della LIPU, avv. Vanni Salcuni, che ha messo a disposizione la sua proprietà nei pressi del nido per le osservazioni. Di seguito il video sul canale youtube e alcune immagini della mattinata, più sotto il comunicato con cui è stato lanciato l’evento.
 

 

 

 

Domenica con la LIPU per conoscere la Cicogna bianca. 

È la più amata dagli italiani, simbolo dell’amore coniugale, ma anche 028 ph M. Notarangelodi quello per i figli. Si prende amorevole cura dei giovani che alleva nel nido. È ben voluta dalla gente, che ne saluta sempre con gioia la presenza e la considera tra gli animali selvatici preferiti.

Nell’ambito dei “Cicogna Days” in tutta Italia, anche in Capitanata la Lipu invita alla visita dei siti di nidificazione della specie presso il comprensorio di Monte Aquilone (Manfredonia).

Oltre 200 le coppie nidificanti in Italia e in crescita da oltre 10 anni, su una popolazione nidificante di 220mila coppie in tutta Europa, in gran parte nell’est del continente (Polonia, Lituania, Ucraina), e con un numero di coppie particolarmente abbondante in paesi come Turchia e Spagna. Uno status confortante dopo il crollo del 40% degli anni 70.

Proveniente dall’Africa tropicale e meridionale, la cicogna bianca attraversa in primavera il deserto del Sahara e arriva in Europa attraverso lo stretto di Gibilterra, il Bosforo e, in misura minore, lo stretto di Messina.

Negli eventi dedicati alla cicogna bianca in tutta Italia – sottolinea Danilo Selvaggi, direttore generale Lipu guideremo la gente nell’osservazione della specie, tenendoci a debita distanza di sicurezza dai nidi ma stando vicini quanto basta per vivere un’esperienza entusiasmante: vedere le cicogne alle prese con la cura del loro nido e dei loro pulcini, un fenomeno di dedizione, affetto, attaccamento tra i più affascinanti che ci siano in natura. E in questo modo rafforzeremo la convinzione di quanto sia bello e importante far bene alla natura”.

Per l’occasione, la scrittrice Vivian Lamarque ha regalato alla Lipu questa bellissima poesia:

Care Cicogne, cara Lipu
Fermi, zitti, sss, guardate
in su nella bella parola cielo
e nel cielo quel passare lieve
quel lieve svolare
non è solo un volo
assomiglia al sognare
che sia l’Infanzia che torna?
che sogna? o che sia il volo
di una bianca Cicogna?                                    
Vivian Lamarque

E’ un evento affascinante da osservare – osserva Cripezzi della Lipu pugliesema anche determinante per veicolare la necessità di tutelare le aree in cui nidifica e si alimenta non solo questa ma anche altre specie, meno appariscenti ma di grande importanza. In tal senso la Cicogna è fra le specie carismatiche che aiutano a “spiegare” meglio la Natura e la protezione del territorio.

Appuntamento quindi per la mattinata di questa Domenica 8 giugno alle ore 09.00, con raduno dei partecipanti sulla SS89 (Fg – Manfredonia) presso distributore Camer, per poi recarsi sui vicini luoghi delle osservazioni. La partecipazione è gratuita ma occorre comunicarla per motivi organizzativi al 339.5852908 o al 333.6181239. Per info o chiarimenti si può visionare anche il sito www.lipucapitanata.it 

Foggia, 05.06.2014                                                LIPU – Sezione prov.le Foggia

strade x Monte Aquilonesulla cartografia di fianco è indicato il punto di raduno A, distributore “Camer”, oppure un punto di raduno B per chi arriva dalla costa sud (Barletta, Margherita), con percorso alternativo alla litoranea a causa dell’interruzione della stessa. Cliccare sull’immagine per ingrandirla.

CAMPANIA: DUE CENTRALI EOLICHE MINACCIANO LA RARA CICOGNA NERA E ALTRE IMPORTANTI SPECIE.

LIPU: “NOSTRI APPELLI INASCOLTATI, SI TUTELI NATURA E PAESAGGIO”cicognanera mendi

Autorizzati impianti da 10 megawatt e da 38 megawatt.

Appello LIPU alla nuova Giunta campana e alla Commissione Ambiente Regionale

Una rara coppia di cicogna nera, una delle dieci presenti a livello nazionale, e altre numerose specie di rapaci, tra cui nibbio reale e bruno, biancone e lanario, tutte superprotette da leggi nazionali e direttive comunitarie, potrebbero essere minacciate da due impianti eolici di grande taglia autorizzati dalla Regione Campania in Irpinia, un territorio già da anni massicciamente colonizzato da insediamenti di questo tipo.

La denuncia è della LIPU-BirdLife Italia: gli impianti sono quelli di Agro di Aquilonia, dove l’Ivpc10 Srl costruirà una centrale da 10 megawatt, e a Monteverde, dove Genco Srl realizzerà una centrale di 38 megawatt. Sezioni della LIPU Campana, Pugliese e Lucana sono infatti impegnate per scongiurare un grave degrado territoriale fra le tre regioni.

Si tratta – dichiara la LIPU – di aree ancora integre nelle quali, vista la presenza di specie selvatiche di grande importanza e rarità, non dovrebbero sorgere impianti simili a quelli proposti. Non capiamo dunque perché queste autorizzazioni siano state concesse”.

Nel luglio 2009 la LIPU in una nota urgente a vari uffici della Regione Campania, all’Arpa Campania, alla Provincia di Avellino e al Ministero dell’Ambiente, chiedeva di intervenire per fronteggiare la proliferazione di pale eoliche. Tale rischio era annunciato dalla presenza, osservata dalla LIPU, di strumenti per studiare la direzione e l’intensità del vento (anemometri) a brevissima distanza dal sito di nidificazione della cicogna nera.

Un’altra nota inviata dalla LIPU lo scorso 1° giugno non ha ottenuto, come la prima, alcuna risposta.

“Ci appelliamo alla nuova giunta regionale e alla Commissione Ambiente del Consiglio regionale – prosegue la LIPU – affinché si intervenga in modo deciso per tutelare uno dei territori strategici per la biodiversità e area di grande interesse paesaggistico.

“Chiediamo inoltre – prosegue l’associazione - che vengano adottate con urgenza le nuove linee guida regionali sulle rinnovabili, in attuazione a quelle nazionali appena emanate, per tamponare le conseguenze dello sviluppo di un settore che non è governato e che sta compromettendo paesaggio e ambiente in modo irreversibile”.

5 novembre 2010   UFFICIO STAMPA LIPU-BIRDLIFE ITALIA